CRISI SPAGNOLA

Alla Catalogna servono 5 miliardi

di
Formalizzata la richiesta di aiuti al Fondo regionale del ministero delle Finanze.

Francesc Homs portavoce Generalitat

Era nell’aria, ora è ufficiale. La Catalogna ha bisogno d’aiuto e ha formalizzato il 28 agosto la richiesta di aiuti al governo per 5,023 miliardi al Fondo di liquidità regionale del ministero delle Finanze, per affrontare i pagamenti in scadenza nell’ultimo trimestre dell’anno e coprire il deficit di bilancio.
A darne notizia nella conferenza stampa seguita alla riunione della giunta esecutiva della Generalitat è stato il portavoce Francesc Homs.
«NESSUNA CONTROPARTITA POLITICA». «Le condizioni non possono essere altre che compiere i programmi di austerità che sono stati approvati e non seguire contropartite politiche», ha affermato Homs.
La precaria situazione delle casse della Generalitat ha portato l’esecutivo catalano a non rinviare ulteriormente la richiesta di salvataggio al governo centrale.
Prima della Catalogna, il ricorso al Fondo di liquidità autonomico è stato annunciato dalle comunità di Valencia e di Murcia.
IL GOVERNO RISPONDE PRESENTE. E la risposta affermativa del governo centrale non si è fatta attendere: «Si tratta di dare una soluzione ai problemi, non di fare polemica», ha detto il premier Mariano Rajoy, spiegando che Stato spagnolo ha intenzione di aiutare la Catalogna «come in molte altre occasioni».
«Aiuteremo la Catalogna come aiutiamo tutti», ha aggiunto Rajoy, dicendo che intende ascoltare le richieste del capo dell’esecutivo catalano, ma aggiungendo: «Ora ci dobbiamo concentrare sulla cosa principale», alludendo al compimento degli impegni sul deficit delle autonomie, secondo quanto riportato dall’on-line del quotidiano catalano La Vanguardia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Devi essere loggato per scrivere un commento Login o Registati