ASSET MANAGEMENT

Bankitalia autorizza i coco di Algebris

Gli ibridi bancari convertibili sono destinati a investitori istituzionali.

Banca d’Italia ha autorizzato il collocamento in Italia di Algebris Financial CoCo Fund, SIF (Specialised Investment Fund) lussemburghese onshore di Algebris Investments che investe in ibridi emessi da banche e assicurazioni con un’attenzione particolare alle obbligazioni contingent convertible (coco).
I coco sono ibridi bancari convertibili al verificarsi di predeterminate condizioni relative all’andamento dei “ratio” di capitale dell’emittente.
Lo annuncia una nota della boutique di asset management specializzata in investimenti alternativi.
FONDO RISERVATO A ISTITUZIONALI. Il fondo, lanciato nel marzo 2011, è destinato alla clientela istituzionale «con particolare focus alle riserve tecniche di gruppi assicurativi».
«Alla luce delle regole di Basilea III sui nuovi requisiti patrimoniali del sistema bancario e alla recente modifica della normativa fiscale italiana ora meno stringente relativa a quello strumento, crediamo che nei prossimi mesi arriveranno sul mercato nuove emissioni di coco bond, anche da parte di banche italiane», ha commentato Davide Serra, partner fondatore di Algebris Investments.
UNO STRUMENTO PER ASSORBIRE LE PERDITE. I coco partecipano al capitale degli istituti bancari (Tier 1 e Tier 2) e possono assorbirne le perdite con la conversione in azioni o attraverso svalutazioni forzate.
La settimana scorsa Mps ha detto di avere allo studio, in collaborazione con gli organismi di vigilanza, la possibile emissione di coco bond, la prima in Italia, per coprire l’eventuale carenza di copertura del buffer da 3,267 miliardi chiesto da Eba entro giugno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Devi essere loggato per scrivere un commento Login o Registati