ENERGIA

Endesa alla ricerca di 8 miliardi

Al via l'aumento di capitale della controllata sudamericana Enersis.

Avanti con l’aumento di capitale di Enersis, ma solo a condizione di raccogliere un ampio consenso.
UNA CONTROVERSA RICAPITALIZZAZIONE.La spagnola Endesa, controllata da Enel, ha annunciato l’intenzione di procedere alla ricapitalizzazione da 8,02 miliardi di dollari della divisione sudamericana; ma l’autorità di vigilanza SVS abbia riscontrato un evidente conflitto di interesse nel progetto.
Endesa intende partecipare all’operazione utilizzando fino a 4,86 miliardi di asset e ha quindi imposto alcune condizioni, che Enersis ha detto che accetterà. «Endesa Espana intende chiarire di volere solamente andare avanti con questa operazione (aumento di capitale) se c’è un ampio consenso», ha precisato Endesa in una nota.
IL NODO DEGLI INVESTITORI CILENI. Nell’operazione è prevista l’emissione di nuove azioni da parte di Enersis, ma Endesa, invece che acquistarle per cassa, trasferirà una serie di asset per mantenere invariata la sua partecipazione nel gruppo. I mezzi freschi saranno utilizzati da Enersis per gli investimenti.
Tuttavia la ricapitalizzazione non piace ai fondi pensione cileni AFP, titolari di una quota di minoranza in Enersis, i quali hanno criticato la valutazione degli asset che Endesa vorrebbe cedere. E il voto degli azionisti di minoranza è necessario a Endesa (che ha il 60,6% di Enersis), per raggiungere il quorum dei due terzi del capitale di cui ha bisogno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Devi essere loggato per scrivere un commento Login o Registati