Banche

Icbpi torna in possesso del 3,437% di Sopaf

di
A seguito dell'escussione della garanzia  l'Istituto centrale delle banche popolari italiane ha di nuovo la piena proprietà del capitale.

L’Istituto centrale delle banche popolari italiane ha di nuovo la piena proprietà del 3,437% del capitale di Sopaf. Il dichiarante ha comunicato di essere rientrato in piena proprietà delle azioni a seguito dell’escussione della garanzia sottostante al contratto di riporto precedentemente stipulato con Acqua Blu Srl in liquidazione, si legge nelle comunicazioni Consob sulle partecipazioni rilevanti.In precedenza Icbpi deteneva la stessa percentuale ma senza diritto di voto. Acqua Blu, in liquidazione, è azionista di Sopaf con il 31,472%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Devi essere loggato per scrivere un commento Login o Registati