DUE RUOTE

Moto, rallenta il calo delle vendite

di
A marzo immatricolazioni a -4,4%, contro il -15% del trimestre.

I dati delle immatricolazioni di moto nel mese di marzo mostrano i primi segni di un’inversione di tendenza, dopo le flessioni a due cifre dei mesi scorsi. A marzo le immatricolazioni sono state complessivamente 26.532, con un calo limitato al 4,4%, in miglioramento rispetto al -15% dell’intero trimestre, secondo i dati Ancma.
QUOTA PIAGGIO AL 25,6% COMPLESSIVO. A marzo la quota di mercato di Piaggio si attesta al 25,6% complessivo dal 24,2% di marzo 2011. Nel segmento scooter targato oltre 50 cc, la quota è pari al a 31,4% dal 30,7%, nelle moto di grossa cilindrata, oltre 700 cc, al 7,1%.
ACMA: PRIMI SEGNALI POSITIVI. In un comunicato, Confindustria Acma parla di «primi segnali positivi per le due ruote a motore», sottolineando l’aumento delle vendite di scooter. Per questo comparto  le vendite di marzo sono aumentate a 17.297 veicoli, in crescita del 5,6%, mentre continua la crisi di vendite delle moto che sono in calo del 18,8% rispetto al marzo 2011.
«Non si può ancora parlare di una vera inversione di tendenza, ma la crescita degli scooter ci fa sperare su una tenuta del mercato, dopo diversi mesi di pesanti perdite di volumi», dice Corrado Capelli, presidente di Confindustria Ancma.
Anche il settore dei ciclomotori da 50 cc segue la stessa tendenza dell’immatricolato, con marzo in calo del 4,9% con 4.771 consegne e il trimestre a -15% con 10.484 pezzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Devi essere loggato per scrivere un commento Login o Registati