LUSSO

Valentino nel mirino del Qatar

di
Alla famiglia reale un periodo di esclusiva che termina a luglio. Operazione da 600 milioni.

Turismo e moda. Dopo l’Hotel Gallia di Milano e il recente acquisto della Costa Smeralda, il fondo sovrano del Qatar punta ad acquisire il controllo della maison Valentino. Un pezzo pregiato del made in Italy, nel settore della moda che ha già preso il volo qualche anno fa (era il 2007) quando a rilevarne la proprietà fu il private eqyìuity Permira che oggi ne detiene circa l’80% (il restante 20% è della famiglia Marzotto).
SUL MERCATO DA PITTI. L’amministratore delegato Stefano Sassi ha confermato che la società è sul mercato per la prima volta durante l’ultima edizione di Pitti uomo. «Ma i tempi sono ancora lunghi». Vero ma non troppo, se gli emiri riusciranno a stringere i tempi per chiudere l’operazione entro l’estate.
ESCLUSIVA FINO A FINE LUGLIO. Il 9 luglio, Sassi ha dichiarato che «è stato garantito un periodo di trattative in esclusiva (che avrà termine durante il mese di luglio) a uno dei potenziali compratori, che ha espresso interesse per l’elevato potenziale di Valentino nel lungo periodo».
Secondo le indiscrezioni che si rincorrono tra mondo arabo e ambienti londinesi si tratta, per l’appunto, della famiglia reale del Qatar, che opera attraverso diverse società e fondi.
Sul valore della vendita, invece, circolano alcune ipotesi: la cifra di cui si parla è di circa 600 milioni di euro, pari a circa 30 volte il margine operativo lordo (Ebitda) del 2011 di 20-25 milioni.
SHOPPING DA TIFFANY E LVMH. Una task force dedicata allo shopping in giro per il mondo di pezzi pregiati nel settore del lusso. Recentemente, per esempio, è stata chiusa l’acquisizione della leggendaria casa di prezioni newyorchese Tyffany & Co. Poco prima, invece, era stato chiuso l’acquisto di una quota di Lvmh.
Nel comparto il Paese sta operando con il braccio operativo Qatar Luxury Group, controllato dalla Qatar Foundation presieduta dalla sceicca Moza bint Nasser, che lo scorso anno ha lanciato un’Opa e conquistato l’85,73% di Le Tanneur, marchio storico della pelletteria francese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Devi essere loggato per scrivere un commento Login o Registati