CRISI

Whirlpool licenzia mille operai in Italia

di
Nuovi tagli nei due siti di Varese e  a Trento, oltre a quelli già annunciati a Napoli e Siena.

Mille licenziamenti in Italia: li ha annunciati la multinazionale degli elettrodomestici Whirlpool nel suo nuovo piano. Le sedi interessate saranno Comerio e Cassinetta di Biandronno (Varese), Napoli, Siena e Trento.
NUOVI TAGLI A VARESE E TRENTO. In particolare, si perderanno 600 posti di lavoro in provincia di Varese, dove si trova il centro strategico di Whirlpool Italia, 180 a Napoli, 120 a Siena e un centinaio a Trento. I tagli negli stabilimenti di Napoli e Siena sono già oggetto di un’intesa sindacale – ricorda l’azienda – mentre vengono formalizzati ora quelli del grande polo lombardo (che ha in tutto oltre 3mila dipendenti) e di Trento.
INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE. «A fronte di un difficile momento economico caratterizzato da forte inflazione, contrazione della domanda, rincaro delle materie prime e calo delle vendite, con previsione di domanda molto debole per uno o due anni – si legge in una nota diffusa dall’azienda – si rendono necessari una serie di interventi di ristrutturazione e ridimensionamento della capacità produttiva e degli organici in linea con la realtà del mercato».
Il piano prevede anche la chiusura del reparto ‘side by side’ dell’area frigoriferi di Cassinetta di Biandronno, dove verranno licenziati 350 operai. Sempre in provincia di Varese è stato confermato invece il ruolo di Comerio come centro strategico, così come i centri di progettazione e il polo logistico e produttivo di Cassinetta di Biandronno.
IN VISTA PROCEDURE DI MOBILITÀ. «La gestione dei piani di riorganizzazione avverrà a livello locale con incontri specifici fra azienda e sindacati, con un trattamento equo per le parti in causa e l’impegno a confrontarsi per un accordo che rispetti le esigenze di tutti – rende noto la Whirlpool – come già avvenuto recentemente per i siti di Napoli e Siena. La gestione delle eccedenze occupazionali a Varese si realizzerà nell’arco di un biennio attraverso l’attivazione di una procedura di mobilità. Non si esclude il concorso di altri ammortizzatori sociali – conclude Whirlpool – piani di incentivazione all’esodo o di ricollocamento esterno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Devi essere loggato per scrivere un commento Login o Registati